Cronaca

Eboli, morte di Walter De Nigris: dopo 3 anni, in carcere il titolare della ditta

Tragico incidente sul lavoro a Capaccio Paestum, in cui morì folgorato l’ebolitano Walter De Nigris, ed il 46enne agricoltore capaccese Martino Marino.

Eboli, morte di Walter De Nigris: la svolta

L’incidente si verificò  il 3 agosto del 2016, i due stavano alzando  un lampione davanti ad una villa in costruzione in Via Gromola Varolato, a Capaccio Paestum: entrambi furono investiti ed uccisi da una scarica elettrica di 20mila volts.

Il  titolare della ditta,  Donato Andreioli, dopo 3 anni dalla tragedia è finito in carcere ieri pomeriggio. Andreioli aveva patteggiato una pena a 3 anni per il reato di omicidio colposo per la mancata redazione di un adeguato piano di sicurezza nel cantiere: rigettata la richiesta di affidamento ai servizi sociali, per un’incongruenza sul luogo da indicare per scontare la condanna ai domiciliari per lui si sono aperte le porte del carcere.

 

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto