Cronaca

Elezioni comunali, scoppia la rissa: acido muriatico sui manifesti

CELLE DI BULGHERIA. Secondo il Giornale del Cilento, lo scorso 29 maggio, a Celle di Bulgheria si sarebbe sfiorata la rissa a causa di due giovani ragazzi, pare originari di Vallo Della Lucania, incaricati di affiggere dei manifesti elettorali. I due, dopo aver tappezzato interamente tutti i punti adibiti all’affissione, generando proteste fra i cittadini, per evitare che venissero strappati hanno cosparso di acido muriatico i manifesti abusivi per «ustionare chiunque avesse provato a strapparli», ha raccontato chi ha assistito alla scena. Da questo avvenimento sarebbe nata una colluttazione fra gli attacchini e alcuni cittadini infastiditi dall’azione che viola la norma per l’affissione di manifesti elettorali. I due incaricati dell’affissione hanno messo fine allo scontro dandosi alla fuga. Non risultano però al momento denunce alle forze dell’ordine. Quella degli attacchini, che in campagna elettorale si contendono ogni possibile spazio, anche in maniera violenta, è un problema che si ripropone ad ogni tornata elettorale. È solo di qualche settimana fa la notizia dell’assassinio di due uomini uccisi a Fratte in seguito a una lite sull’affissione dei manifesti elettorali.

Articoli correlati

Back to top button