Cronaca

Ricorso bocciato: confermata l’interdittiva antimafia per la Funeral Home

Funeral Home di Roberto Squecco, confermata l'interdittiva antimafia dalla Terza Sezione del Consiglio di Stato

Confermata l’interdittiva antimafia per la Funeral Home di Roberto Squecco. Lo ha stabilito la Terza Sezione del Consiglio di Stato con la sentenza emessa nella giornata di ieri, martedì 22 dicembre. Una sentenza che boccia il ricorso presentato avverso l’interdittiva antimafia del Prefetto.

Confermata l’interdittiva antimafia, Funeral Home di Roberto Squecco a rischio infiltrazioni

Come riportato dall’edizione odierna del quotidiano La Città, secondo i giudici l’imprenditore di Capaccio Paestum, Roberto Squecco, aveva troppi rapporti e l’asset dell’azienda del quale non fa più parte. Squecco nel 2017 fu condannato con l’accusa di tentata estorsione aggravata partecipazione all’associazione camorristica capeggiata da Giovanni Marandino.

Articoli correlati

Back to top button