Giungano, vicesindaco indagato: il sindaco respinge le dimissioni

Giungano, il vicesindaco Franco Russomando è indagato. A comunicarlo è stato lui stesso nell’ultimo consiglio comunale, rassegnando le dimissioni

Giungano, il vicesindaco Franco Russomando è indagato. A comunicarlo è stato lui stesso nell’ultimo consiglio comunale, rassegnando le dimissioni che il sindaco però ha respinto.

Vicesindaco di Giungano indagato

«Riguarda – spiega Russomando – il periodo amministrativo in cui ricoprivo l’incarico di responsabile del Servizio Tecnico dell’Ente, precisamente nella fase in cui il tecnico comunale era transitato in quiescenza, allo scopo di consentire il regolare funzionamento dell’ufficio stesso».

«Stiamo parlando – spiega il sindaco Giuseppe Orlotti – degli anni 2015-2016 quando Russomando rivestiva la carica di assessore dell’Amministrazione guidata da Franco Palumbo . Il responsabile dell’ufficio tecnico aveva raggiunto il periodo utile per il pensionamento. Avrebbe potuto rimanere ancora un anno presso l’Ente, ma non poteva assumere la posizione di responsabile dei servizi. In attesa quindi di un nuovo tecnico, è consentito agli assessori dei piccoli Comuni assumere tale incarico. Come accaduto per Russomando, che si assunse quindi la responsabilità di firmare atti».

Il reato

Il reato ipotizzato è l’abuso d’ufficio oltre a presunte violazioni del Codice degli appalti per la procedura di affidamento della seconda tranche dei lavori.

Gli indagati

Indagate, a vario titolo, anche altre 4 persone: l’ex Rup, il direttore dei lavori, il titolare della ditta ed un tecnico comunale. Il sindaco Orlotti ha espresso piena fiducia nel suo vice e nella magistratura.

TAG