Cronaca

Maltempo, esonda il Tanagro: scoppia il caso politico sulla manutenzione dei canali

Scoppia la polemica sulla gestione dei canali di scolo e degli affluenti del fiume tra il presidente del Parco del Cilento Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino, e quello del Consorzio di Bonifica, Beniamino Curcio

Esonda il Tanagro a causa del maltempo e delle piogge incessanti degli ultimi giorni. Il fiume ha superato il livello di guardia nella nella zona sud tra Montesano sulla Marcellana e Buonabitacolo e minaccia il resto del comprensorio. Scoppia, però, un caso politico sulla gestione dei canali di scolo e degli affluenti del fiume tra il presidente del Parco del Cilento Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino, e quello del Consorzio di Bonifica, Beniamino Curcio.

Vallo di Diano, il fiume Tanagro diventa un caso politico

Come riporta Il Mattino, Tommaso Pellegrino accusa che da troppi anni non c’è manutenzione sul fiume mentre Curcio rimarca che sarebbe la Regione ad avere le competenze per porre in essere questi interventi. Resta attenzione sulle condizioni del fiume. Diverse squadre della Protezione civile di Padula sono impegnate a tenere sotto controllo le aree nevralgiche e a rischio esondazione tra Padula e Sassano soprattutto con l’uso del drone.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button