Pagani, picchia la moglie e la figlia a suon di pugni e mattonelle: 48enne a processo

aggressione

Scatta il processo per un 48enne di Pagani per maltrattamenti alla famiglia: avrebbe picchiato la moglie e la figlia a suon di calci e mattonelle

Scatta il processo per un 48enne di Pagani per maltrattamenti alla famiglia: avrebbe picchiato la moglie e la figlia a suon di calci e mattonelle.

Pugni in testa alla moglie e mattonelle contro la figlia: a processo

Un 48enne di Pagani è finito a processo per aver picchiato la moglie e la figlia a suon di pugni e mattonelle. I fatti risalgono al 2018 e l’accusa è quella di maltrattamenti ai danni della famiglia.

L’uomo era stato arrestato tuttavia solo poche settimane fa e per lui è stato chiesto il rito immediato. A far scattare l’arresto e il processo è stata la denuncia della moglie, la quale ha segnalato alle forze dell’ordine il carattere irascibile del compagno. Molto spesso infatti lei e la figlia finivano vittime di una vera e propria aggressione.

In una delle circostanze raccontate agli inquirenti, la moglie sarebbe stata picchiata con pugni alla testa. Successivamente, è stata la volta della figlia: malmenata con delle mattonelle e rimaste ferita.

La minorenne riportò una ferita al braccio. Tuttavia, le violenze continuarono e la moglie fu di nuovo picchiata a calci nelle gambe, tramite l’utilizzo di scarpe antinfortunistiche. 

Il primo provvedimento del tribunale fu l‘allontanamento dalla casa familiare, lo scorso 27 maggio, con apposita ordinanza di misura cautelare. Ora la richiesta di processo, in virtù di quanto denunciato e dai referti medici allegati alla querela.

TAG