Economia

La pensione? Solo il 6% degli italiani presume sarà sufficiente

Non c’è lavoratore che tenti di nascondere anche la seppur minima preoccupazione sulla pensione.

Dati alla mano è solo il 6% degli italiani a pensare che la pensione, che percepirà al momento in cui si ritirerà dal mondo del lavoro, potrà essere sufficiente a garantire un’esistenza tranquilla.

Nel nostro paese, quando si parla di terza età, emerge sin troppo evidente la consapevolezza che la disponibilità economica fornita dalla pensione potrebbe risultare ridotta per affrontare lo stile di vita a cui si è abituati.

In base alle considerazioni emerse dalle pagine dell’osservatorio di Reale Mutua dedicato al welfare, gli italiani temono di dover affrontare la vecchiaia con scarse disponibilità economiche.

Ad esprimere questo timore è addirittura il 72%, mentre è solo il 6% a dirsi tranquillo, considerando che la pensione sarà sufficiente.

Gli italiani pensano a soluzioni capaci di integrare la pensione

Sono tanti gli italiani che costruiscono nel tempo una posizione economica vantaggiosa per arrivare alla pensione e poter contare su risparmi, che integrino la pensione.

In base alle soluzioni avanzate dalla maggior parte degli italiani, é circa il 66% a considerare determinante puntare sulla previdenza complementare.

A seguire sono coloro che scelgono di investire sul mattone (31%), mentre è il 15% a scegliere di investire sul mercato finanziario, considerando le tante opportunità offerte dal settore.

Non manca un 13% che nel tempo investe nell’acquisto di beni di valore, come possono essere oggetti d’arte, beni rifugio che non si deprezzeranno con il tempo ma acquisteranno valore.

Chi oggi guarda alla vecchiaia teme di dover affrontare gravi problemi di salute.

Questa paura è condivisa dall’82% degli italiani.

A seguire a ruota è la paura di restare soli e di non poter godere di una rete di relazioni (59%).

E’ il 45% degli italiani a temere il caldo delle forze fisiche, mentre al 22% fa paura dover invecchiare senza poter aver accanto un partner con cui condividere gioie e dolori (22%).

Gli italiani strizzano l’occhio al trading on line

Nel nostro paese in questi ultimi anni è cresciuto il numero delle persone che scelgono di utilizzare il trading on line.

Parliamo di una fetta di italiani che sta continuando ad ampliarsi, e dimostra di credere nella disponibilità degli strumenti ma, soprattutto, nella professionalità dei broker presenti sul mercato.

La prima domanda che si pone chi si avvicina a questa interessante soluzione d’investimento è come fare trading online.

La risposta è più semplice del previsto perchè i broker che operano in rete offrono piattaforme di ultima generazione e supporti adeguati per poter apprendere i meccanismi e le basi del trading on line.

È determinante non avere fretta di procedere da soli in totale autonomia.

Il segreto per avvicinarsi consapevolmente a questa tipologia di investimento, e trarre in tutta sicurezza un utile che ci può aiutare ad affrontare un futuro sereno, è quello di prendersi tutto il tempo necessario per apprendere le tecniche e studiare i mercati di riferimento, in cui si intende operare.

Le piattaforme di ultima generazione offrono video, grafici, news ed un’interessante demo, con la quale operare virtualmente, senza investire denaro per evitare rischi prematuri in corso di apprendimento della materia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto