Scafati, defunta ricoperta da formiche: nessun indagato

ospedale

Potrebbero non esserci per ora indagati per la morte di A.N., la 60nne di Angri trovata con il volto ricoperto di formiche nella sala mortuaria

Potrebbero non esserci per ora indagati per la morte di A.N., la 60nne di Angri trovata con il volto ricoperto di formiche nella sala mortuaria dell’ospedale di Scafati.

Defunta ricoperta da formiche: nessun indagato

Questo è l’ipotetico scenario degli imminenti sviluppi dell’inchiesta avviata dalla procura di Nocera Inferiore una volta acquisita la denuncia del figlio della donna, che si è rivolto ai carabinieri non solo per le precarie condizioni igieniche dei locali in cui era stata sistemata la salma della madre ma anche per accusare i medici del Mauro Scarlato di non aver prestato alla donna la dovuta assistenza durante la sua permanenza, prima nel reparto di pneumologia e poi in rianimazione.

Il sostituto Federica Lo Conte, che sta coordinato le indagini, potrebbe non ravvisare alcuna responsabilità a carico del personale medico che ha avuto in cura A.N, dal giorno del suo ricovero, il 20 luglio scorso.

TAG