Rissa ad Eboli, Cariello: “Dove sono i genitori?”. Il sindaco fa chiarezza sulle spiagge libere

sindaco-cariello-rissa-eboli-spiagge-libere

Il sindaco Cariello sulla rissa di Eboli: "Le famiglie dove sono?". Appello del primo cittadino che parla anche dell'accesso alle spiagge libere

Massimo Cariello interviene duramente sulla vicenda della rissa di Eboli. Il sindaco, commentando i fatti di piazza Pezzullo, ha parlato di una “minoranza” di persone che non hanno compreso il senso dell’emergenza, annunciando ulteriori misure di controllo anche in vista dell’estate. A tal proposito, il primo cittadino ha anche fatto chiarezza sulle modalità di accesso e di utilizzo delle spiagge libere.

Il sindaco Cariello sulla rissa di Eboli

“Vandali e delinquenti ieri sera hanno evidenziato tutta la loro cattiveria nei confronti di altri adolescenti. Le immagini di piazza Pezzullo ci hanno ferito ma non possiamo accettare che pochi giovani facciano perdere tutto. Questi delinquenti forse non hanno ricevuto la giusta educazione, da genitore mi chiedo come è possibile che un figlio giri tranquillamente per la città per poi tornare a casa ubriaco.

Dove sono questi genitori? Si tratta di una minoranza perché la maggior parte degli ebolitani ha risposto bene, noi stiamo garantendo la sicurezza, posso dire che abbiamo trovato un accordo affinché i vigili urbani saranno operativi in estate fino alle 23, forse anche alle 24. Ho chiesto un rafforzamento dell’arma dei carabinieri ma non è la soluzione. Occorre riflettere e reagire, lo faremo con maggiori controlli ed evitando l’asporto di bevande dopo le 23″.



Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

TAG