Strage di cani in Cilento: la denuncia del sindaco veterinario

cani

Quattro cani sono morti mentre gli altri sono stati salvati in tempo. Tutti sono arrivati da Torre Orsaia e tutti sono stati vittime di polpette avvelenate

TORRE ORSAIA. Nel giro di una settimana sono stati avvelenati circa una decina di cani in Cilento, più precisamente a Torre Orsaia. I cani sono arrivati tutti in gravi condizioni nello studio veterinario del sindaco di Roccagloriosa Giuseppe Balbi.

Quattro cani sono morti mentre gli altri sono stati salvati in tempo. Tutti sono arrivati da Torre Orsaia e tutti sono stati vittime di polpette avvelenate.

Il veleno provoca molta sofferenza agli animali: i cani hanno sofferto molto. Il sindaco veterinario ha sporto denuncia presso i carabinieri ma non si tratta di un caso isolato. I cani presi di mira sono sia di proprietà che vagabondi.

 

TAG