Cronaca

Scafati, morte di Raffaele Manna: 20 medici indagati

Morte di Raffaele Manna, il giovane coinvolto in un incidente stradale sulla Statale 18 a Nocera Superiore lo scorso 13 agosto. Il giovane di Scafati rimase gravemente ferito in seguito all’impatto. Il 19enne di Sarno che era alla guida della vettura, ora è accusato di omicidio colposo.

Morto Raffaele Manna, la dinamica dell’incidente

L’episodio si verificò nei pressi di un supermercato: il terrificante scontro vide protagonisti una moto e una Fiat Panda che procedeva in direzione Cava de’ Tirreni. In seguito al terrificante scontro, la moto è andata distrutta e Raffaele Manna rimase ferito in maniera seria.

Le indagini

Sono venti i medici indagati per il decesso di Raffaele Manna, il 32enne di Scafati morto pochi giorni fa, dopo un incidente di cui fu vittima la notte di Ferragosto, a Nocera Superiore, in via Nazionale.

Un atto dovuto, quello della Procura di Nocera Inferiore, per sgombrare il campo da eventuali responsabilità. L’identificazione dei medici è avvenuta contestualmente allo svolgimento dell’esame autoptico, effettuato giorni fa, sul corpo del ragazzo, che nella vita faceva il personal trainer.

La famiglia, dopo 15 giorni di ricovero all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, aveva sporto denuncia chiedendo di fare chiarezza sull’assistenza sanitaria ricevuta dal ragazzo, oltre che sulle ragioni della morte.

 

Articoli correlati

Back to top button