Cronaca

Omicidio di Jolanda, il padre resta in carcere

Resta in carcere il padre della piccola Jolanda, la neonata deceduta per presunti maltrattamenti nella notte tra il 21 e il 22 giugno a Sant’Egidio del Monte Albino.

Il padre di Jolanda resta in carcere

Il Tribunale del Riesame di Salerno ha rigettato il ricorso presentato dal legale Silvio Calabrese, confermando la misura cautelare della reclusione in carcere per Giuseppe Passariello.

Nello stesso carcere si trova anche la madre, arrestata lo scorso 5 luglio per omicidio pluriaggravato e maltrattamenti in famiglia in concorso con il marito.

Imma Monti è stata ascoltata in carcere qualche giorno fa, il gip è convinto che la donna abbia collaborato all’omicidio di Jolanda, che tra i due coniugi ci fosse un patto e che comunque non abbia fatto nulla per fermare Giuseppe Passariello.

L’accusa ipotizzata a carico di entrambi è di omicidio pluriaggravato e maltrattamenti in concorso. È “assolutamente plausibile che i due abbiamo concordato le linee difensive”.

 

Emanuela Dente

Personalità eccentrica e geniale, e giornalista attenta e scrupolosa. La sua innata curiosità le consente di vivere ogni esperienza in pieno, acquisendo conoscenze e capacità molto rapidamente. La sua vita è una grande avventura. La sua passione è un dono immenso

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto