Pagani, decadenza Gambino: dopo il parere della Cassazione ecco le mosse del sindaco

gambino-decaduto-sindaco-valuta-ricorso-appello

Gambino è ancora sindaco di Pagani: dopo il parere della Cassazione su una sua possibile decadenza, si attende la decisione del Tar

Gambino è ancora sindaco di Pagani: dopo il parere della Cassazione su una sua possibile decadenza, il primo cittadino si muove per tenere in piedi la sua amministrazione.

Gambino resta sindaco di Pagani: la parola al Tar verso settembre

Dopo il parere della Corte di Cassazione, che ha giudicato Gambino come decaduto (anche se di decadenza ancora non si può parlare), il sindaco di Pagani si sta muovendo intanto per mantenere in piedi il suo gruppo: la cosa certa è che fino a settembre rimarrà ai vertici di Palazzo San Carlo, in attesa della decisione del Tar prevista proprio dopo agosto.

Nella giornata di oggi, infatti, c’è stata la proclamazione dell’amministrazione Gambino e della sua Giunta, mentre per domenica è previsto un consiglio comunale straordinario, dove la maggioranza dovrà prendere atto della possibilità che Gambino possa realmente decadere (insieme alla sua giunta) e quindi votare contro la stessa decadenza.

È naturale che, dal canto suo, il primo cittadino abbia i voti e la possibilità per potere arginare lo spauracchio della decadenza fino a settembre, mese in cui dovrebbe pronunciarsi il Tar, tenendo conto anche dei ricorsi presentati da Gambino.

Una cosa è certa: da ora fino a settembre è sicuro che Alberico Gambino manterrà la fascia tricolore di Palazzo San Carlo, in attesa di ulteriori risvolti in merito alla sua situazione.

TAG