Salernitana

Futuro Salernitana, l’indiscrezione: arriva l’offerta da Abu Dhabi

Uno sceicco interessato alla Salernitana: chi è Khaled Bin Zayed Al Nehayan, il possibile acquirente del club di Lotito e Mezzaroma

La Salernitana nel mirino di uno sceicco. Suonerà domani il gong finale per la risoluzione del problema multiproprietà e le voci sul futuro del club granata si rincorrono in maniera insistente. Da Andrea Radrizzani ad un segreto gruppo romano, sono diversi i soggetti interessati all’acquisizione delle quote sociali del club che potrebbe essere ceduto nelle prossime (a fronte di eventuali accordi già raggiunti) o nei prossimi mesi con interlocutori che hanno bussato alla porta di Lotito e Mezzaroma in queste ore.

Uno sceicco interessato alla Salernitana: l’indiscrezione

Sarebbe arrivata poche ore fa, secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore, un’offerta per la Salernitana di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma da una cordata, con quartier generale ad Abu Dhabi. Secondo le indiscrezioni in campo sarebbe scesa una cordata: formata da Bin Zayed Group, come investitore, e Blue Skye, come finanziatore. Il primo è un gruppo che fa capo a un membro della famiglia reale di Abu Dhabi, cioè Khaled Zayed Saquer Zayed Al Nahyan.

Chi è Khaled Bin Zayed Al Nehayan, lo sceicco interessato alla Salernitana: cosa fa, il patrimonio netto

Lo sceicco Khaled Bin Zayed Al Nehayan, laureato in Business Administration presso la Boston University, ha completato il suo corso di dottorato in Finanza presso la Michigan State University. È il presidente e fondatore del Bin Zayed Group, un conglomerato leader fondato nel 1988 con diversi interessi commerciali nei mercati locali e internazionali. Le attività chiave del gruppo Bin Zayed comprendono quattro settori di attività: Edilizia ed energia, Commercio e industria, Immobiliare,

Lo sceicco Khaled ricopre posizioni chiave in diverse organizzazioni pubbliche e private: è presidente di SALAMA, la più grande azienda islamica di Takaful e Re-Takaful al mondo e Tamweel, una società finanziaria e ipotecaria conforme alla Shariah. È anche vicepresidente della Dubai Islamic Bank e membro del consiglio di amministrazione di Abraaj, una società di private equity globale.

Inoltre, lo sceicco Khaled fa parte del consiglio di amministrazione di numerose entità sovrane; in qualità di presidente del Rochester Institute of Technology (RIT), membro del consiglio di amministrazione di Dubai Real-Estate Corporation DREC (WASL), Dubai School of Government, UAE Insurance Authority, nonché presidente / consiglio di amministrazione del comitato esecutivo del Dubai Economic Council (DEC ). È anche il presidente della Federazione di vela e canottaggio degli Emirati Arabi Uniti. Il suo patrimonio netto (o meglio, della famiglia reale di Abu Dhabi) al 2018 si aggirerebbe intorno ai 118 miliardi di sterline.

Articoli correlati

Back to top button