Economia

Disponibile la brochure Inail sulla circolazione obbligatoria per le casalinghe

Pubblicata dall’Inail la brochure sulle norme assicurative per le casalinghe dai 18 ai 67 anni

Secondo la ricerca Istat del 2020 “Livelli di istruzione e ritorni occupazionali” l’Italia ha le casalinghe più colte d’Europa. Infatti solo il 71,2% dei laureati lavora al Sud, e l’86,5 al Nord, il restante a casa, a fare la casalinga. La categoria secondo l’ultima stima era di 7,4 milioni di persone, con punte nel Mezzogiorno e Sud Italia.

La normativa vigente però richiede che anche le persone disoccupate  parte di un nucleo familiare e si occupano della gestione domestica, vengano assicurate obbligatoriamente, in modo che in caso di infortunio possano percepire un indennizzo. L’Inail ha pubblicato a fine anno la brochure con tutte le norme per le assicurazioni. Vediamola nel dettaglio.

Requisiti

Rientrano nella categoria casalinghe tutte le persone tra i 18 e 67 anni di età, che si svolgono un’attività di cura del nucleo familiare, senza vincoli di subordinazione e senza altre attività che abbiano un’iscrizione alla Previdenza. La categoria in questione comprende:

  • gli studenti che si occupano della casa;
  • i titolari di pensione che non hanno superato i 67 anni;
  • i lavoratori in mobilità;
  • i cittadini stranieri regolari senza altra occupazione;
  • i lavoratori in mobilità e cassa integrazione;
  • i lavoratori occasionali.

Premio annuale

Si devono versare all’anno 24 euro entro il 31 dicembre, deducibili dalle tasse. Se invece si possiede un reddito personale fino a 4.648,11 euro l’anno o familiare lordo fino ai 9.296,22 euro l’anno, l’assicurazione è gratuita.

Prevenzione

La brochure prevede un lungo capitolo dedicato alle norme da adottare per prevenire infortuni domestici. Gran parte degli infortuni domestici che si verificano portano allo sprigionarsi di fiamme: per questo si raccomanda di staccare la presa dell’antenna tv in caso di temporali; non avere tende o stracci vicino ai fornelli, di munirsi di estintore che spegne il fuoco velocemente anche all’interno di casa.

Per quanto riguarda invece gli incidenti elettrici si consiglia di verificare che tutti i dispositivi abbiano la marcatura “CE” e “IMQ”; quale potenza supportino, la loro corretta connessione e la presenza di segni di ossidazione o bruciatura che potrebbero causare cortocircuiti.

Inoltre, vengono suggerite le norme di comportamento migliori per evitare le cadute, che sono alla base della maggior parte degli incidenti domestici.

L’iscrizione

È obbligatoria, come abbiamo detto all’inizio, e dal 1 gennaio 2020 dev’essere fatta sotto forma telematica. Per la prima iscrizione il premio va versato entro dieci giorni dalla data in cui la si effettua, fintantoché non si versa la somma, non si è assicurati.

Le colf e le badanti sono escluse, hanno già l’assicurazione di categoria.

Gli incentivi

Il Governo ad agosto, ha varato i bonus casalinghe che prevedono un fondo di 3 milioni di euro per corsi di formazione gratuiti per donne inoccupate che desiderano trovare un lavoro. Sono corsi prevalentemente di ambito digital, che cercano di modernizzare le competenze delle donne a cui si rivolgono.

Articoli correlati

Back to top button